Lettera aperta ai morcianesi

“I tempi cambiano, ma i valori autentici restano.

Se Morciano è sempre stato un paese umano e verosimile, può e deve continuare ad esserlo in futuro (…) possiamo rallegrarci di essere quello che siamo: un paese con buone prospettive e senza velleità; gente che per lo più gioca il suo ruolo paesano senza barare, che sa scontrarsi senza scannarsi e sa essere avversaria sul piano politico e amica su quello umano (…).

Forse un giorno ci accorgeremo che, rimanendo noi stessi, ci siamo realizzati e abbiamo realmente progredito oltre la nostra dimensione individuale”. (Egidio Belisardi)

 

 

Gentilissimi,

c’è una passione che unisce tutti noi: “E nost bel Murcen”. Così hanno definito romanzieri e poeti in tempi recenti Morciano.

Un paese nel quale deve essere bello viverci, venire o ritornare.

Nel quale l’aria che si respira è quella di casa tua, quella che ti dà il benvenuto appena esci sul marciapiede, che ti assicura che fai parte di una comunità inclusiva, dove hai amici e luoghi da vivere insieme. Un paese nel quale puoi trovare servizi efficienti, dove i nostri giovani possono giocare, istruirsi e farsi una famiglia. Dove c’è un popolo che si prende cura di chi ha più bisogno o di chi dalla vita non sempre ha ricevuto il meglio.

Questa è la Morciano in cui siamo cresciuti ed è quella che vorremmo avere anche nel futuro. Non è solo una speranza ma una reale possibilità se solo decidessimo di lavorare insieme in questa direzione.

Ciascuno di noi può collaborare nell’ambito che gli è proprio. Sia esso la scuola, il lavoro, il tempo libero, la famiglia.

E il comune deve fare la propria parte. Come?

Aiutando e sostenendo le attività locali, collaborando con le associazioni, creando servizi scolastici che facciano dei nostri giovani adulti pronti per il mondo, sviluppando la nostra cittadina iniziando dalle manutenzioni ma anche creando nuove opportunità di crescita economica e sviluppo culturale. Stando più vicino a chi ha più bisogno. Senza dimenticare che siamo affacciati su una sponda verde, il Conca, che può essere ulteriormente messa a servizio dell’intera comunità cittadina anche ai fini ricreativi e turistici. 

Certo le difficoltà e gli inciampi non mancano ma l’esperienza e l’amore per la nostra gente e il nostro paese ci assicurano che ciascuno di noi darà il meglio di se per fare di Morciano un paese sempre migliore.

Questi sono i motivi che hanno spinto “Morciano Viva” a mettersi insieme, creando una lista civica di persone accomunate da questa comune passione di “servire” Morciano con competenza e determinazione.

Per garantire questo obiettivo ho messo a disposizione la mia candidatura a Sindaco nella consapevolezza che, con l’aiuto e la collaborazione di ciascuno, questo paese può davvero continuare a crescere rimanendo se stesso.

Ma c’è bisogno di ciascuno di noi, perché solo insieme SìAmo Morciano.

Un abbraccio sincero.

Giorgio Ciotti